#unmesedavegano: giorno 5

January 5th, 2017 by mattia | Filed under un mese da vegano.
Don't uorri. Sono ancora vivo e vegeto.

Anzi, diciamo che tendenzialmente mangio pure di più che prima. Ieri sera ad esempio ho praticamente saltato la cena (mi sono mangiato solo un po' di focaccia rimasta) perché ero sazio.
Molto probabilmente il meccanismo psicologico di cui sono vittima è che ho paura della denutrizione, quindi tendo a mangiare di più per timore di restare senza cibo.
Così, vai di legumi di contorno, vai di mandorle sgranocchiate nella pausa il pomeriggio... e alla fine arrivo a sera sazio.

Pian piano regoleremo anche quello.
Nel frattempo confermo che sto tenendo botta benissimo. Nessuna crisi di pianto davanti al bancone dei salumi.
Per ora...

7 Responses to “#unmesedavegano: giorno 5”

  1. fgpx78 says:

    Vivo e vegetale.

  2. mamoru says:

    nessuna crisi perche’ sai che tra 25 giorni, o 600 ore se preferisci, sara’ tutto finito…
    eheheh

    la prossima scommessa fai un anno da vegano e poi dimmi se non ti parte la crisi.
    🙂

  3. Mauro says:

    @ mamoru

    Questa è crudeltà pura.

  4. Shuren says:

    Caro Mattia, leggo con piacere che la tua dieta vegana sta procedendo bene. Dalle tue parole percepisco un certo ottimismo, se consideriamo la recente privazione della carne & company. Per ora, la porta è solida e ha serrature inviolabili quindi… che dire, buona dieta, e tienici aggiornati con il tuo diario.

    Concludo con un video per tenere alta la tua motivazione: https://www.youtube.com/watch?v=nI6xIDnJ9OM

    Un abbraccio (senza morso).

    Shuren

  5. mattia says:

    Il problema principale non è tanto la privazione della carne.
    Certi vegani cazzari dicono che la carne è come una droga, che crea dipendenza.
    Per quanto mi riguarda è una puttanata enorme: non ho alcun desiderio di carne in sé, niente di nemmeno lontanamente paragonabile a una dipendenza.

    Il problema è che mangiare vegano è fottutamente complicato.
    Fosse anche solo vegetariano ok, ma cucinare vegano comporta anche solo l’assenza di uova, latte, burro e formaggi che complica ogni cosa.
    Non hai il potere legante delle uova ad esempio. Non puoi mantecare un risotto con un po’ di burro e formaggio.
    Devi fare i salti mortali per inventarti qualcosa di nuovo ogni giorno, in modo da variare la tua dieta.

    Più alimenti togli dal carrello e più è difficile trovare una soluzione.
    Devi pianificare tutto con un discreto anticipo, non puoi aprire il frigo e improvvisare una cosa sui due piedi.
    Se uno fa la massaia può anche dedicarci tutto questo tempo, se uno lavora è dura.

    Più che la carenza di carne è questo il problema.

    Dopodiché fare pasticceria senza uova, latte e burro è una martellata sui coglioni.

  6. Luca says:

    mi sono mangiato solo un po’ di focaccia rimasta

    Se c’era lo strutto è un peccato grave, facci vedere la lista degli ingredienti. Rendiconta tutto!1!

    A parte gli scherzi, in pane e focaccia ci sono spesso derivati animali, devi starci attento!

  7. mattia says:

    Se c’era lo strutto è un peccato grave, facci vedere la lista degli ingredienti. Rendiconta tutto!1!

    Niente strutto: l’ho fatta io quindi so cosa c’era dentro.
    Acqua, olio, sale, zucchero, lievito di birra e poi ancora sale e ancora olio…

Leave a Reply


Nota importante per i commenti: i commenti sono moderati, perché ho voglia che lo siano (sostanzialmente non ho voglia di prendermi la responsabilità delle eventuali diffamazioni che scrive il primo che passa). Abito a Praga, quindi se qui è notte io vado a godermi questa magnifica città, non sto chiuso in casa a moderare i commenti: aspettate. E comunque li modero quando mi pare.
Non sono ammessi commenti che possono configurare reati, quindi evitate di rivolgere insulti, a me o ad altri. Si possono esprimere gli stessi concetti anche senza insultare. Non sono ammessi altresì commenti che contengono stupidità.
Se non vedete il vostro messaggio comparire e siete sicuri di non aver insultato nessuno, probabilmente il vostro messaggio è stupido. La qualità media dei commentatori di questo blog è molto alta, prima di commentare rifletti e cerca di capire se ne sei all'altezza. Se non ne sei sicuro lascia perdere.
E alla fine vale sempre il concetto che questa è casa mia e faccio quello che mi pare.
I commenti sono chiusi dopo 30 giorni: se hai qualcosa da dire fallo subito oppure evita di rompere i maroni.